Post

Post in evidenza

TRIAGE PRE-DONAZIONE

Immagine
  La facilità di diffusione del virus ha reso necessario implementare le misure precauzionali da prendere per poter accedere nell'ambito ospedaliero in totale sicurezza. Per questo motivo il donatore che telefona al centro trasfusionale per prendere l' appuntamento per la donazione dovrà rispondere alle seguenti domande: Attualmente sei in isolamento fiduciario domiciliare? Hai temperatura corporea superiore a 37,5°C, tosse o difficoltà a respirare? Nei 14 giorni precedenti questa chiamata hai avuto contatti stretti con un caso probabile o confermato di infezione da SARS-Cov2? Sei risultato positivo per infezione da SARS-Cov2? Da circa 3 settimane, il giorno precedente la donazione, il personale del Centro trasfusionale interpella tutti i donatori confermando la prenotazione e ponendo nuovamente le domande sopra elencate. É un modo per evitare accessi di persone che possono essere contagiate.  Il giorno della donazione, all'ingresso del Centro trasfusionale ai donatori ver

VACCINAZIONE ANTINFLUENZALE: DA LUNEDÍ 12 OTTOBRE VIA ALLA CAMPAGNA E ALLE PRENOTAZIONI ONLINE

Immagine
Da lunedì 12 ottobre parte ufficialmente la campagna vaccinale 2020-21. Come ogni anno il vaccino sarà disponibile gratuitamente per tutti i donatori di sangue.  Novità rispetto agli anni passati, introdotta al fine di prevenire la diffusione del coronavirus e il divieto di assembramento, soprattutto in locali chiusi, è quella della somministrazione del vaccino previo appuntamento e non con libero accesso.  Le categorie che hanno la possibilità di ricevere gratuitamente il vaccino presso i servizi di igiene pubblica dell'Ausl di Parma sono le seguenti: donne in gravidanza e donne che hanno partorito da meno di 6 mesi (e loro conviventi) familiari e contatti di persone ad alto rischio (badanti, assistenti domiciliari) persone addette a servizi pubblici di primario interesse collettivo (Forze dell'ordine, Protezione Civile, Vigili del Fuoco, Carabinieri, Militari e Polizia Municipale) Donatori di sangue Insegnanti e personale degli asili nido, delle scuole dell'infanzia e de

REGOLE PER VIVERE AL MEGLIO IL GIORNO DELLA DONAZIONE DI SANGUE

Immagine
  Tanti donatori si presentano il giorno della donazione di sangue a stomaco vuoto e a digiuno da più di 8 ore, associando la donazione di sangue al prelievo per esami sanguigni e quindi adattando le regole comportamentali di questo alla donazione. In realtà, il meccanismo della donazione di sangue è ben diverso: prima di tutto, mentre durante il prelievo vengono analizzate poche provette di sangue (quindi pochi ml), durante la donazione di sangue, il donatore è sottoposto al prelievo di un minimo di 450 ml (considerando il sangue intero) fino ad un massimo di 700 ml (considerando la donazione di emocomponenti quali plasma e piastrine). Quindi, quali sono i comportamenti da seguire per vivere al meglio la donazione di sangue? Le regole sono poche e semplici, ma non tutti le seguono. Ecco il comportamento da tenere il giorno precedente la donazione: Dormire almeno 8 ore; Bere molta acqua; Mangiare sano. Mangiare sano? Quali cibi? I cibi da preferire sono sicuramente quelli poveri di gra

TEST SIEROLOGICO PER TUTTI I DONATORI DI SANGUE

Immagine
Donatrici e donatori di FIDAS Parma potranno effettuare, gratuitamente, su base volontaria, durante la donazione, il test sierologico secondo il protocollo determinato da Regione Emilia Romagna e Centro Regionale Sangue. Questo protocollo prevede un’indagine di siero prevalenza, ai fini di effettuare un’efficace sorveglianza epidemiologica in merito alla diffusione del Covid-19. Fino a fine anno tutti i donatori, al momento della donazione, potranno aderire all’iniziativa, esprimendo il proprio consenso informato a svolgere il test sierologico che potrà essere effettuato presso il Servizio trasfusionale dell'Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma (Padiglione 8 dell’Ospedale Maggiore), abituale sede di donazione Fidas. Se il test risulta negativo il donatore conclude la sua partecipazione allo studio. Se il test risulta positivo, il donatore verrà contattato da un medico del Servizio Trasfusionale per concordare l’esecuzione del tampone oro faringeo, per escludere che ci sia u

FIDAS SCHIAFFINO: DONAZIONI ALL'OSPEDALE MAGGIORE DI PARMA

Immagine
Durante l'emergenza coronavirus, anche la Fidas Schiaffino ha voluto dare il proprio contributo alla sanità locale. Il Consiglio Direttivo ha deciso di impiegare il budget inizialmente destinato alle attività promozionali associative del 2020 in una donazione all'Ospedale Maggiore di Parma. Si tratta di otto "barelle pronto soccorso" completamente accessoriate fatte pervenire al reparto di terapia intensiva. È stato un impegno economico importante che abbiamo sentito il dovere di sostenere per aiutare chi in questo momento ne ha bisogno. Abbiamo operato con il coordinamento delle Dottoresse Sandra Rossi, Direttore del Dipartimento Emergenza Urgenza e della 1^ Anestesia Rianimazione e Silvia Orzi, Direttore Servizio interaziendale acquisizione beni dell'Azienda Ospedaliero - Universitaria e dell'Ausl di Parma. Le barelle sono state consegnate il 2 aprile dalla ditta GIVAS di Saonara (P

PROGRAMMAZIONE DELLE DONAZIONI DI SANGUE

Immagine
Vi informiamo che, per tutelare ulteriormente donatori, staff medico e volontari, tutte le donazioni, sia di sangue intero, sia in aferesi, DEVONO essere preventivamente prenotate telefonando alla Segreteria FIDAS del Centro trasfusionale al n. 0521 703034 o inviando una mail a  adasaopr@ao.pr.it per evitare di incorrere in lunghe attese o addirittura essere rinviati ad altra data, vista la grande risposta che i donatori stanno dando in questo tragico periodo. Riportiamo qui di seguito la circolare del 20/03/2020 del direttore del Centro Nazionale Sangue, Dott. Giancarlo Maria Liumbruno "Si rafforza la raccomandazione di proseguire l'attività di raccolta del sangue e degli emocomponenti esclusivamente in modo programmato, attraverso la chiamata - prenotazione dei donatori, al fine di consentire il rigoroso rispetto delle misure di accesso e di distanziamento sociale ripetutamente richiamate e garantire la continuità delle donazioni in una prospettiva di medio, lungo ter

MOBILITÀ E DONAZIONE SANGUE: LA DONAZIONE NON SI FERMA

Immagine
Viste le numerose richieste da parte dei donatori circa la possibilità di muoversi per andare a donare, pubblichiamo qui di seguito quanto è emerso dagli ultimi aggiornamenti del Decreto del 9 Marzo. "Facendo seguito al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 9 Marzo 2020 riguardo le ulteriori misure urgenti in materia di gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID-19 in Italia, [...] allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del coronavirus, estende all'intero territorio nazionale le misure del D.P.C.M. che prevedono di evitare ogni spostamento delle persone fisiche in entrata e in uscita dai territori, nonchè all'interno dei medesimi territori, salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità, ovvero spostamenti spostamenti per motivi di salute". Considerato che le attività di donazione del sangue e degli emocomponenti sono livelli essenziali di assistenza sanitaria, ai sensi dell